Valutazione generale e rishi specifici

A seconda del settore di attività cui appartiene l'impresa e delle lavorazioni effettivamente svolte, potrebbe essere necessario effettuare, oltre la valutazione generale, alcune valutazioni esami e misurazioni specifiche.

La normativa prevede che il datore di lavoro realizzi la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’ambito dell’organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il pro-gramma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.

La valutazione, che avviene in collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e con il medico competente, previa consultazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, si realizza attraverso una analisi scrupolosa di ogni aspetto dell'attività: ricerca dei pericoli presenti e valutazione dei rischi derivanti;
scelta delle misure di protezione da adottare; scelta delle attrezzature di lavoro e dele sostanze utilizzate; orga-nizzazione dell’ambiente di lavoro; verifica realizzazione ed attuazione delle misure, anche in ordine alla priorità assegnata, in base al rischio; valutazione dei rischi a cui sono esposti particolari classi di lavoratori come gestanti o in allattamento, disabili, stranieri, minori.

Documento di Valutazione dei Rischi (per aziende di ogni dimensione) Cosa deve contenere?

a) relazione sulla valutazione dei rischi presenti nell’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa;
b) Indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati;
c) Programma di miglioramento delle misure nel tempo;
d) Individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure e dei responsabili dell'attuazione;
e) Indicazione dei nominativi di tutte le figure coinvolte nella gestione della sicurezza aziendale;
f) Individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici;

Per questo tipo di valutazione è destinata alle aziende grandi e con maggiori rischi. Per la sua redazione è fortemente consigliata l'assistenza di professionisti del settore.

Le aziende con minori rischi possono invece accedere alla nuova valutazione semplificata esposta di seguito.

Utilizzo delle nuove procedure standardizzate

Nell'adempiere agli obblighi di valutazione dei rischi, le aziende che occupano fino a 50 lavoratori con alcune eccezioni legate al grado di rischio, potranno avvalersi delle nuove procedure standar-dizzate.Queste prevedono un processo di valutazione schematizzato e sintetizzabile in quattro fasi:
a) descrizione dell'azienda e dei soggetti coinvolti, del ciclo lavorativo o delle diverse attività,delle mansioni presenti;
b) Rilevazione dei pericoli presenti (tra quelli standardizzati) nei singoli contesti individuati e valutazione del rischio relativo ai pericoli presenti;
c) Individuazione delle misure misure di prevenzione e protezione adottate al fine di neutralizzare o ridurre i rischi individuati
d) Definizione del programma di miglioramento, per le misure da adottare entro tempistiche definite.

Il vantaggio dell'utilizzo delle procedure standardizzate sta nella minore complessità della valutazione e nella maggiore rapidità di assolvimento dell'obbligo.
Di conseguenza sarà minore l'impatto economico e la tempistica complessiva.
Permangono in ogni caso tutti gli obblighi derivanti dalla concreta applicazione della sicurezza in azienda, e la valutazione dei rischi particolari per determinati lavoratori.

 

Potrebbe interessarti:

News dello studio

lug25

25/07/2017

Chiusura Ferie Agosto

Lo studio sarà chiuso per Ferie dal 7 al 25 Agosto. Preghiamo le aziende clienti di attenersi alla circolare informativa inviata in email, per le procedure da seguire durante il periodo di

dic9

09/12/2016

Chiusura Pomeridiana

Comunichiamo che oggi lo studio resterà chiuso nel pomeriggio.

nov24

24/11/2016

Primo Soccorso B/C in Aula

Sono aperte le iscrizioni al primo corso di Primo Soccorso organizzato dallo Studio Marcianò. La formazione è valida per l'acquisizione della qualifica di Addetto al Primo Soccorso nelle

News

giu26

26/06/2019

Relazione annuali INAIL: meno infortuni, più risparmio e investimenti

E’ stata presentata a Palazzo Montecitorio,

giu26

26/06/2019

Relazione annuale INAIL: meno infortuni, più risparmio e investimenti

E’ stata presentata a Palazzo Montecitorio,

giu26

26/06/2019

Amministratori di condominio Saci: stabilita l'indennità di vacanza contrattuale

Saci con Cisal Terziario hanno determinato

giu27

27/06/2019

Tassazione di multinazionali e big del web: restyling entro il 2020

È ufficiale: la soluzione per la tassazione

giu26

26/06/2019

Distribuzione utili di fonte estera: le regole del regime transitorio

Per le distribuzioni di utili effettuate

giu27

27/06/2019

Fondazioni lirico sinfoniche e cinema: le misure per il rilancio del settore

Assicurare il rilancio delle fondazioni

giu26

26/06/2019

Attestazione antimafia: le linee guida dei Commercialisti

Pubblicate sul sito istituzionale del