La Confederation Of Fire Protection Association Europe ha stilato delle linee guida allo scopo di ottenere risposte simili nei vari paesi europei in materia di sicurezza antincendio. Una di queste linee si concentra maggiormente sulla prevenzione antincendio nei ristoranti. Nel documento “Sicurezza antincendio nei ristoranti” si vuole evidenziare infatti che in luoghi in cui è presente il catering il rischio di incendi è quasi doppio rispetto alle altre attività. È da sottolineare il fatto che sebbene il documento si riferisca alla prevenzione nei ristoranti, bisogna includere grandi aziende che operano processi di cottura,come alberghi o mense aziendali.

Il documento inoltre fa presente che, essendo un ristorante composto da tre aree principali (Cucina, locale per consumazione pasti e guardaroba), tutte le aree devono essere sottoposte ad una valutazione del rischio.

La valutazione del rischio nell'area del locale adibito alla consumazione deve comprendere:

  • Materiali combustibili come decorazioni, mobili ed elementi della struttura stessa;

  • Persone presenti e le loro attività (es. fumare);

  • Uso di candele;

  • Fiamme libere nel ristorante;

  • Posizionamento sedie, tavoli e vie d'uscita;

  • Necessità di mantenere le vie d'uscita libere da ostacoli;

  • Segnaletica per individuare le vie d'uscita;

  • Attrezzature antincendio;

  • Processi di cottura eseguiti all'interno del locale.

 

Gestione della sicurezza in caso d'incendio

In caso di incendio è necessario avere un piano adeguato e formare il personale in merito, allo scopo di assistere tutti nell'evacuazione dell'attività in caso di incendio. Sono inclusi anche i soggetti con disabilità.

Un altro punto delle linee guida è la segnaletica e illuminazione di sicurezza.

La segnaletica deve essere presente per tutte le vie d'uscita e se necessario deve indicare le porte tagliafuoco, che devono essere mantenute chiuse, e gli ascensori, da non utilizzare in caso di incendio. Inoltre la segnaletica deve essere posta a manutenzione secondo le norme nazionali e deve essere installata in modo da garantire che siano visibili i cambi di direzione e di trovare la via d'uscita più vicina a dove ci si trova.

La linea guida inoltre si concentra sui dispositivi antincendio. Infatti per la sicurezza dei ristoranti devono essere presenti estintori in numero adeguato e altri equipaggiamenti antincendio appropriati. Gli impianti e l'equipaggiamento antincendio devono essere sottoposti a manutenzione periodica e registrati per iscritto.

Riguardo le decorazioni presenti nel ristorante, tutte le lanterne o altre decorazioni a fiamma libera devono essere progettate in modo tale da spegnersi non appena vengono urtate o cadono. Inoltre il materiale con cui altre eventuali decorazioni come fiori finti o decorazioni previste per festività (es. Natale) deve essere ritardante fiamma.

L'ultimo punto su cui si concentra il documento è la formazione del personale.

Viene puntualizzato che tutto il personale di nuova assunzione il primo giorno deve ricevere un corso di formazione in merito alla sicurezza antincendio e in seguito ricevere una formazione che lo istruisca per qualsiasi mansione egli possa svolgere in caso in incendio. Inoltre è necessario tenere presente le possibili difficoltà linguistiche tra il personale e deve essere svolta per l'intero staff, incluso personale temporaneo. Come fine ultimo la formazione deve prevedere un'esercitazione antincendio.

 

Come presentare la domanda di dimissione volontaria nei giorni 19, 20, 21 luglio 2019

19 luglio 2019

Nei giorni 19,20,21 luglio 2019 non si potrà accedere al portale di Ispettorato Nazionale del Lavoro, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell'Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e il portale Cliclavoro a causa di lavori di manutenzione, bloccando di fatto qualsiasi pratica online.

Come presentare la domanda di dimissione volontaria in questi giorni?

Ci sono due modi per poter presentare la domanda:

  • compilare il modello e mandarlo tramite mail a sdv@lavoro.gov.it, allegando la copia del proprio documento di identità. Tutti i modelli privi di documento saranno invalidati;
  • recarsi presso uno dei soggetti abilitati che dovranno farsi carico di identificare il cittadino, acquisire il modello compilato e inviarlo a infosdv@lavoro.gov.it e all'azienda.

Archivio news

 

News dello studio

lug24

24/07/2019

Comunicazione ferie agosto

Si comunica che lo Studio rimarrà chiuso dal 08 agosto al 28 agosto 2019. Lo Staff augura buone vacanze!

lug22

22/07/2019

Navigator: si parte con 16 regioni

Il 19 Luglio è partita la formazione dei navigator, le nuova figure professionali che collaboreranno con i centri dell'impiego nell'individuare un'offerta di lavoro congrua per i beneficiari

lug19

19/07/2019

Come presentare la domanda di dimissione volontaria nei giorni 19, 20, 21 luglio 2019

Nei giorni 19,20,21 luglio 2019 non si potrà accedere al portale di Ispettorato Nazionale del Lavoro, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell'Agenzia Nazionale Politiche

News

ott22

22/10/2019

Riders: il piano del Governo per aumentare le tutele

Giunge in Aula al Senato, il 22 ottobre,

ott21

21/10/2019

Contratto di espansione: con i fondi di solidarietà bilaterale solo indennità di uscita

Con la circolare n. 18 del 2019, il Ministero

ott22

22/10/2019

Impegno cumulativo e integrazione del mandato: da quando si applicano le novità?

In base al decreto Crescita, l’impegno

ott22

22/10/2019

Partite IVA: salvo il regime forfetario

il regime forfetario per le partite IVA

ott22

22/10/2019

Multinazionali USA: trend positivo per gli investimenti nel mercato italiano

Il mercato italiano è ancora di grande

ott21

21/10/2019

Rating di legalità: online la piattaforma web

L’Autorità Garante della Concorrenza e